Nell’accademia e sui media c’è una gran corsa a dire che il mondo è cambiato, i parametri di prima – tipo l’austerità per capirci – non vanno più bene: ammesso e non concesso che questo sia vero, nel senso che quella roba era dannosa anche prima, non pare che questo fervore riformatore, diciamo così, si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Cambiacasacca: Calenda è un po’ più Mastella del Mastella doc

prev
Articolo Successivo

Cosa omette il ‘Ft’ nel suo “addio austerità”

next