“Il vero successo di Haftar è stata la stretta di mano di Conte”. Chi era presente ieri mattina sulla rotta Roma-Bengasi, sintetizza così la fine della trattativa che ha portato alla liberazione di 18 pescatori, otto italiani, sei tunisini, due indonesiani e due senegalesi. Sono tornati in libertà dopo 108 giorni di detenzione. Stanno rientrando […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Natangelo

prev
Articolo Successivo

Quel contropiede su Renzi e la scelta del basso profilo

next