Comincia a circolare quando mancano pochi minuti alle 10 la notizia che il premier Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio sono in viaggio per Bengasi per liberare i 18 pescatori di Mazara del Vallo sequestrati da oltre 100 giorni. La notizia getta un certo scompiglio nella politica italiana: in quelle ore, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Haftar, le trattative e la foto con Conte

prev
Articolo Successivo

Sapelli, Tremonti e Giorgetti: la rosa dei premier di Salvini

next