L’anno che verrà? “Sarà peggiore di questo. E il successivo peggiore del prossimo”. Tra i giovani e brillanti pensatori, Leonardo Caffo rientra di diritto nella schiera degli apocalittici. Interseca filosofia e statistica, lo spazio, il tempo e la capacità di reazione dell’uomo al cambiamento. Dice: abbiamo raggiunto l’effetto soglia. Caffo, la fine del mondo è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Nigeria. Jihadisti sgozzano cento contadini nei campi

prev
Articolo Successivo

Concistoro. Il papa continua la rivoluzione contro la Curia romana, ancora ammalata di “bertonismo”

next