La strategia dei piccoli passi, anzi dei piccoli scostamenti, continua a essere quella preferita dal ministero dell’Economia e questo nonostante alcuni dati non proprio rassicuranti in arrivo dall’economia quella vera: i consumi sono ovviamente tornati a crollare, da settembre anche i numeri della manifattura non sono buoni ed è di ieri la notizia dell’esplosione delle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Assisi è la vera anti-Davos (per questo nessuno ne parla)

prev
Articolo Successivo

Fukushima, caso irrisolto. “Nucleare, le bugie di Tokyo”

next