La “scalea” del Tamburino è un’icona nascosta di Roma. La gradinata verticale di viale Glorioso tiene fisicamente insieme due pezzi di città: ai piedi c’è Trastevere, in cima Monteverde, poco più su il cannone del Gianicolo, la fontana della Grande Bellezza, una delle terrazze più belle del mondo. Al Tamburino è cresciuto Sergio Leone: “Qui […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Picchiarsi un giorno a Roma (contro la noia)

prev
Articolo Successivo

Spiritello porcello: l’amplesso di Erin e John, fantasma dispettoso

next