Il Salar de Uyuni, in Bolivia, è il più grande deserto salino del mondo. Un’area enorme, grande quanto l’Abruzzo, e in effetti non escludo che pure l’Abruzzo in altre epoche potesse essere un deserto di sale e che poi il sale l’abbiano consumato tutto per condire gli arrosticini. L’idea di visitare quell’immensità di sale sospesa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Come si è fuoriclasse. Favino visto da dietro un set

prev
Articolo Successivo

Credevo fosse pizza invece è un’alga 3D

next