La crisi e la recessione Covid-19 offrono un’opportunità unica per ripensare il ruolo dello Stato, in particolare i suoi rapporti con le imprese. L’ipotesi di lunga data secondo cui il governo è un peso per l’economia di mercato è stata smentita. Riscoprire il ruolo tradizionale dello Stato come “investitore di prima istanza” – piuttosto che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vignetta di Natangelo

prev
Articolo Successivo

Le scelte nella Ue Paese per Paese e i rischi del “post”

next