Egitto

Aerei da guerra al Cairo, ma Roma fa finta di nulla

L’ok entro metà giugno - Manca solo il nullaosta politico. Il regime di Al Sisi non collabora nel caso di Giulio Regeni, eppure per l’Italia resta cliente affezionato

Di Toni De Marchi e Carlo Tecce
7 Giugno 2020

Il governo ha autorizzato una vasta vendita di armamenti all’Egitto del generale Al Sisi, ma non sa come dirlo agli italiani. Si tratta di una commessa che comprende, secondo quanto riportato già lo scorso febbraio dal settimanale panarabo The Arab Weekly, 6 fregate tipologia Fremm e 20 pattugliatori d’altura di Fincantieri, 24 caccia Eurofighter Typhoon […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione