Cosimo Stano, il 66enne disabile psichico di Manduria (Ta), è stato torturato dalla baby gang ma non è morto per le conseguenze dirette di quegli episodi. È quanto emerge dalla sentenza con la quale il giudice di Taranto Vilma Gilli ha condannato i tre maggiorenni della comitiva che per mesi ha vessato l’uomo nella casa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Mail Box

prev
Articolo Successivo

Formigoni accusa e non fa i conti con la sua sanità

next