Giustizia

Basentini chiedeva a Luca Palamara il “suo” procuratore

Chat - L’ex capo del Dap non voleva a Potenza Francesco Curcio Gli preferiva Luigi D’Alessio, il pm dell’inchiesta su Mimmo Lucano

Di Sandra Amurri, Marco Lillo e Antonio Massari
23 Maggio 2020

Francesco Basentini nel gennaio del 2018 chattava con Luca Palamara alla vigilia della nomina del Procuratore capo di Potenza. Basentini era dispiaciuto di vedere nominare dal Csm il pm Francesco Curcio, poi nominato. Basentini chiedeva a Palamara di fare qualcosa in favore di Luigi D’Alessio, protagonista dell’indagine contro l’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano. Francesco […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui