Il treno parte dalla stazione Termini quando sopra Roma è già calata la sera. Su una delle carrozze siede un gruppo di persone. Sono anestesisti, direttori di reparto e ricercatori dei più importanti ospedali di Milano. Poche ore prima erano in un’aula dell’Istituto superiore di sanità per una riunione scientifica sugli effetti che in quel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La preghiera del Papa: “Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre città”

prev
Articolo Successivo

“La Regione più ricca ci ha del tutto abbandonati”

next