Un morto ogni 16 minuti. Ospedale universitario di Leganés, Comunità di Madrid. “Cammini per i corridoi stando attento a non calpestare nessuno e quasi certo che qualche paziente sdraiato a terra ti contagi”. Ospedale Infanta Leonor di Vallecas, sempre nella Capitale spagnola: “I pazienti sono a terra, su coperte attaccate alle pareti per non intralciare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Un trasloco di interesse strategico nazionale?

prev
Articolo Successivo

Merkel negativa al primo test. Tirolo, esposto sulla località sciistica che ha ignorato i divieti

next