Le Sardine sono un movimento. I movimenti stanno alle istituzioni (partiti, sindacati, ecc.) come un mucchio di sabbia friabile e volatile sta a un mattone solido, compatto, strutturato. Ogni movimento esprime più desideri allo stato nascente che bisogni consapevoli, più proteste contro qualcosa da superare che progetti di qualcosa da costruire. Si limita a esprimere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Mail box

prev
Articolo Successivo

La prescrizione è tutta intorno a noi

next