Glenn Greenwald era preparato: la Procura federale brasiliana ha aperto un’indagine su di lui per “crimini informatici”. Il giornalista premio Pulitzer, noto per aver raccolto le rivelazioni di Edward Snowden, è accusato di aver hackerato dei cellulari per indagare sullo scandalo di corruzione “Lava Jato”, coinvolgendo il ministro della Giustizia di Bolsonaro, Sérgio Moro. Greenwald, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Wuhan, città ribelle contro il governo ammansita dal virus

prev
Articolo Successivo

“Gli ebrei dall’antisemitismo si devono difendere da soli”

next