Finanziamenti per 200 mila euro destinati all’associazione Change di Giovanni Toti. Somme finite, in alcuni casi, su conti personali del Governatore ligure con la causale “spese politiche”. L’Unità di Informazione Finanziaria di Bankitalia ha aperto un fascicolo trasmesso alla Procura di Genova (non ci sono indagati). I movimenti risalgono al 2019. Un primo filone riguarderebbe […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

La sentenza “sbagliata” e la lite giudici-avvocati

prev
Articolo Successivo

“Una frana sotto il viadotto Cerrano Autostrade ignora il pericolo crollo”

next