L’incidente mortale in cui ha perso la vita il 10 luglio il gruista dell’ex Ilva, Cosimo Massaro, è “ascrivibile a gravi carenze organizzative di sicurezza” di ArcelorMittal. È forse la più grave accusa dei Commissari straordinari Ilva ai vertici della multinazionale che al giudice milanese Claudio Marangoni ha presentato nei mesi scorsi istanza di recesso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Lega di Serie A, il megastipendio e il superbonus dell’ad De Siervo

prev
Articolo Successivo

Rifiuti, i 5 Stelle si spaccano. Raggi va ko sulla discarica

next