La pubblicazione del libro dedicato al celibato ecclesiastico, del quale l’ex pontefice è indicato come coautore (con firma ritirata), è forse l’occasione per un chiarimento complessivo non già sul tema dibattuto in quel volume, plausibile solo all’interno dell’ordinamento canonico, bensì sulla situazione venutasi a creare con le dimissioni di Benedetto XVI. In proposito è opportuno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

L’Europa per evitare il nucleare Iraniano

prev
Articolo Successivo

Nella miniera milanese della M4, hai un nome solo quando muori

next