Stavolta non c’è manco la scusa del mojito o del caldo torrido di Ferragosto. Capita che Matteo Salvini, dopo aver chiesto ossessivamente per mesi un ritorno alle urne qui e ora, invochi all’improvviso la nascita di un “Comitato di salvezza nazionale” per evitare che il Paese, fra crisi bancarie e industriali, “sprofondi nel baratro”. Il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Queste classifiche sono come il pollo di Trilussa: farcite di luoghi comuni

prev
Articolo Successivo

Antirazzismo. Le scimmie di “Lega A”: una campagna a dir poco demenziale

next