Alle origini del declino dell’Ilva (ormai irreversibile, sia chiaro), ci sono la natura cleptomane dell’imprenditoria italiana e la congenita vigliaccheria del ceto politico. Tutti i politici con un briciolo di peso o di potere hanno fatto finta di non vedere, nella migliore delle ipotesi, che cosa stava combinando Emilio Riva a Taranto. Nella peggiore gli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Alitalia, si riparte da zero: altri soldi ma anche i tagli

prev
Articolo Successivo

Molestie a Genova, caso di don Franco Castagneto finisce in procura – Leggi l’inchiesta di Sherlock

next