Proposte

Disoccupati, salari, imprese solidali. Idee per l’Unione sociale europea

La Ue ha creato un mercato di merci, capitali e banche, ma non degli standard su welfare e lavoro Servono misure che riducano gli squilibri economici tra Paesi creditori e debitori, migliorando la vita dei cittadini

Di László Andor
27 Novembre 2019

È curioso che la nuova Commissione europea, guidata da un ex ministro per gli Affari sociali (Ursula von der Leyen), sia stata inaugurata senza che la parola “sociale” apparisse nel titolo di nessuno dei commissari (Nicolas Schmit è stato designato al Lavoro e Diritti sociali, ma Diritti sociali è stato aggiunto in un secondo momento, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui