“Se un 15enne non può prendere una decisione per il proprio futuro, perché può farlo chi questo futuro non lo vedrà?”: è il succo della provocazione lanciata ieri da Beppe Grillo dal blog, che ha generato un acceso dibattito nel governo e nell’opinione pubblica. Dichiarazioni che arrivano dopo le riflessioni, nelle scorse settimane, sull’estendere il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

E ora c’è chi teme le chat nel suo telefonino

prev
Articolo Successivo

Con la cultura non mangiano e metà di loro non ha contratto

next