Un paio di scarpe, pneumatici, un materasso, un divano. Cucchiai. Poi siringhe e flaconi: rifiuti ospedalieri. Scarti industriali. Residui di conceria. Sotto i ponti di questo corso d’acqua tutto scorre. Il quarto più inquinato al mondo, ma il primo d’Europa. È il fiume Sarno, che attraversa decine di comuni della terra dei fuochi. Tra le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Greco o bizantino, anche in Italia i don con famiglia

prev
Articolo Successivo

Brexit, la “Costituzione” non proteggerà Londra

next