Alla Cassa depositi e prestiti assicurano che l’operazione è partita ben prima del governo giallorosa, e soprattutto di non esserne gli ideatori. Fatto sta che i soldi del colosso pubblico che gestisce il risparmio postale finiranno, magari suo malgrado, ancora una volta nella Kedrion e soprattutto, in parte, direttamente alla famiglia Marcucci che controlla il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Anac e le altre autorità ostaggio delle solite spartizioni dei partiti

prev
Articolo Successivo

Il “circo” di Cateno contro i pm: piduisti, fascisti e legali dei clan

next