La data di scadenza è fissata al 18 novembre, ma prima daranno battaglia. I 42 lavoratori dei reparti amministrativi, legale e compliance della Western Union di Roma e Milano si sono visti comunicare che per quella data scatterà l’avvio di una procedura di licenziamento collettivo. “Motivi di razionalizzazione”, scrive il colosso americano che gestisce in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

C’è l’accordo nel governo. Ecco le tutele per i rider

prev
Articolo Successivo

Caso Consip. Quelle dei giornaloni erano peggio che fake news: erano depistaggi

next