“Andiamo avanti!”. Lo diceva sempre Francesco Rosi ai suoi interlocutori, pubblici o privati, ed è con questo “mantra” che sua figlia Carolina apre e chiude Citizen Rosi, il documentario da lei ideato, co-sceneggiato e co-diretto con Didi Gnocchi (tra gli sceneggiatori anche il nostro Fabrizio Corallo), narrato e co-prodotto sul grande uomo/cineasta scomparso nel 2015, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

I nuovi significati di “civiltà”: 120 autori per discuterne

prev
Articolo Successivo

11 Settembre, il ritorno di al Qaeda: “Vi colpiremo”

next