Tre punti fermi dal Pd, dieci dal M5S. Nicola Zingaretti è salito ieri al Quirinale annunciando che ogni intesa coi 5 Stelle passerà dallo stop al taglio dei parlamentari, dal superamento dei due decreti Sicurezza e da un accordo di massima sulla manovra prima della formazione del governo. Punti che in parte modificano quanto stabilito […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il filo tra Mattarella e Zingaretti (che dubita dei 5 Stelle)

prev
Articolo Successivo

Conte in campagna: “M5S e Lega? Sarebbe sindrome di Stoccolma”

next