Le guance di Giovanni Toti erano ancora umide il Ferragosto di un anno fa, ma l’intuito del governatore della Liguria s’era già attivato. Le macerie del Morandi erano una tragedia, ma dal punto di vista politico anche l’occasione per arrivare dritto alla riconferma alla guida della Regione, nella primavera del 2020. E, da lì, magari, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Morandi, nuovo fronte per i pm “Poteva restare ancora aperto?”

prev
Articolo Successivo

Pil, Germania va in rosso. L’industria italiana trema

next