“La retorica delle puttane”: viene in mente il titolo di un libretto dell’eroico dissidente del Seicento, Ferrante Pallavicino (arso vivo per ordine di Urbano VIII), quando si sente Luigi Di Maio tuonare contro i “nemici della contentezza”. Una retorica calcata su quella renziana, per cui chiunque si opponesse ai trafori degli affreschi di Vasari per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

L’inchiesta di Mediapart: la guerra del cacao per mettere in salvo i piccoli produttori di Costa d’Avorio e Ghana

prev
Articolo Successivo

Un paese dai mille colori: qui ogni parete è un quadro

next