Non si riesce bene a capire di quali reati si sarebbe macchiato Maurizio Sarri nell’accettare di allenare la squadra più forte d’Italia, nonché una delle più forti del mondo. Perché avrebbe dovuto rifiutare? Per far felici quelli che, sui social come al bar, esigono che gli altri siano sempre coerentissimi ma che al posto loro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La vignetta di Franzaroli

prev
Articolo Successivo

Truffe agli anziani. Carcere e pene più severe, ma serve l’ok della Camera

next