Poltrone

La ricerca non può essere controllata dalla politica

In nome della lotta ai “baroni”, gli enti pubblici che si occupano di scienza sono gestiti da persone nominate dai partiti. E non dagli scienziati

29 Maggio 2019

Il caso dell’azienda farmaceutica Irbm che, come riportato dal Fatto, ha ottenuto più di 50 milioni di fondi destinati alla ricerca pubblica senza bando mette in luce un aspetto cruciale dei rapporti tra politica e scienza. La vicenda è stata infatti portata alla luce dall’unico rappresentate dei ricercatori, Vito Mocella che ha condotto una battaglia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.