Teresa De Sio è la tradizione che è aria fresca, un pugno di note che sanno di passato ma che ti sembrano già un futuro che non fa paura. C’è questo e altro dentro Puro desiderio, il suo nuovo cd, un’opera che vive di archi e pianoforti, stesi su un tappeto ritmico sobrio e con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Con “My Songs” i successi di Sting sono sempreverdi

prev
Articolo Successivo

Ma quale Eurofestival, aridatece i Jalisse

next