Erano le facce nuove di Forza Italia in Lombardia, i volti su cui puntare per il presente, ma soprattutto per il futuro. E invece sono finiti uno in carcere, Pietro Tatarella, e l’altro ai domiciliari, Fabio Altitonante. Il primo vicecoordinatore regionale, ovvero il numero due di Mariastella Gelmini e candidato forte alle Europee; il secondo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

L’incarico al socio di Fontana: ci pensa l’ex signora Salvini

prev
Articolo Successivo

Siri, l’ultimo giorno da sottosegretario. Il premier Conte forza: “Niente voto”

next