Negli ultimi giorni l’Istat ha riportato alcune parziali buone notizie sul settore immobiliare: l’indice della produzione nella costruzione a febbraio è ai massimi da 5 anni e gli ultimi tre mesi del 2018 hanno fatto segnare buoni aumenti nella compravendita di case, come pure nella stipula di mutui davanti al notaio. Dirà il lettore: si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Versi per “G.”, il fanciullino di Ostuni dall’ecografia alla granita squagliata

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Franzaroli

next