La libreria muore (e il libro non si sente tanto bene)

Duemila gli esercizi chiusi in quattro anni: a vantaggio di chi?
La libreria muore (e il libro non si sente tanto bene)

Si legge sempre poco; il mercato ha nuovamente subito uno stop – i valori erano tornati a quelli del 2011, prima della crisi, ma nel 2018 hanno fatto registrare il segno meno –, gli e-book non hanno sfondato e il numero delle case editrici continua a crescere (e pure quello dei libri stampati, persino troppi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.