Navigator (e non era facile) non è la peggior parola che accompagna il dibattito sul reddito di cittadinanza, giunto ormai a livelli pornografici. Dopo mesi di “fannulloni” (in apertura anche mercoledì di Libero) e “divanisti” (su tutti i giornali), ci mancava “parassiti”. Ed è stupefacente che a pronunciarla, questa parola, siano i vescovi: “Tra i […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Ponte Morandi, altri 40 sotto indagine: pm indagato fino agli anni Novanta. Stop al tritolo per abbatterlo

prev
Articolo Successivo

Voto di scambio, i media silenziano la legge sui rapporti politici-boss: incapacità o malafede?

next