A queste primarie sembra che abbiano votato lo stesso numero di cittadini della volta scorsa”. È la prima cosa che dice il nuovo segretario del Pd, Nicola Zingaretti. Il messaggio è a chi ha cercato di depotenziare queste primarie, Matteo Renzi in primis. “Sono segretario a tutti gli effetti”, il sottotitolo. “È tempo di ricostruire. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Un milione e mezzo di voti”. Il Pd ai gazebo è ancora vivo

prev
Articolo Successivo

Nella valle del Tav, dove anche nei propri circoli i democratici si dividono tra Sì e No

next