Riparte dopo qualche intoppo il cantiere dell’alleanza tra i sovranisti, ora sparsi in due o tre gruppi al Parlamento europeo, in vista dell’appuntamento elettorale di fine maggio. Dopo la porta sbattuta in faccia a Salvini dagli esponenti del partito di governo polacco Diritto e Giustizia, si riunisce oggi a Roma l’assemblea dei Conservatori e Riformisti. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Un’altra strana laurea per il “Trota sardo”

prev
Articolo Successivo

Il governo litiga pure qui: la Lega vuole la zona franca, Tria no

next