“Pentiti da bruciare”, scoperti gli autori: due sono minorenni

“Pentiti da bruciare”, scoperti gli autori: due sono minorenni

Parlò di “schifosa circostanza”, l’assessore alla Legalità Gianpaolo Scafarto, il carabiniere del caso Consip prestato alla giunta di Castellammare di Stabia (Napoli), riferendosi al falò della notte dell’Immacolata di una catasta di legno con un manichino e lo striscione “così devono morire i pentiti abbruciati”. Avvenne pochi giorni dopo una quindicina di arresti contro il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.