I tecnici Ue non credono al Tav: “L’Alta velocità è uno spreco”

Il rapporto - Bruxelles insiste: “Va fatto o verrete tagliati fuori dalla rete transnazionale”. Ma per la Corte dei Conti europea è un flop
I tecnici Ue non credono al Tav: “L’Alta velocità è uno spreco”

È come se Bruxelles parlasse due lingue. Da un lato quella politica, che spinge per i corridoi europei dell’Alta velocità ferroviaria a qualunque costo. Dall’altro quella dei tecnici, che bocciano i progetti in termini di costi e benefici. Ieri la Commissione ha lanciato l’ennesimo avviso a Roma: il Tav “resta un progetto importante per l’Italia, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.