Il Male peggiore. Le violenze sui bimbi, tra le mura di casa. Colpa di mamme tossiche o puttane oppure silenti complici del marito psicopatico. La terza vittima dell’Uomo delle Castagne ha venticinque anni. Jessie Kvium, ragazza madre. La figlioletta Olivia è denutrita e solitaria e senza papà, scappato. Jessie è alcolizzata e corre da un’avventura […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Ho fatto piangere Brosio, Ibra mi voleva menare. E non voterei mai Trump”

prev
Articolo Successivo

Uno, nessuno, centomila Bucci: una vita spericolata tra palco e realtà

next