Libro dopo libro, accade di trovarsi ad amare un personaggio e a dargli appuntamento al prossimo capitolo delle sue inchieste. Parliamo, ovviamente, di thriller, e il personaggio in questione è uno dei poliziotti più controversi dell’Italia in giallo: il solingo Michele Balistreri, appellato anche come Mike o Michelino, e che il bravissimo Roberto Costantini – […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

I “ricordi” di Modiano sono troppo fragili

prev
Articolo Successivo

Di Tiziano Sclavi resta solo l’ombra quando è lontano dal suo Dylan Dog

next