L’intervista

“B. finì di cantare e papà Dino gli diede 10mila lire di mancia”

Marco Risi - Il regista ha diretto “Natale a cinque stelle”, l’ultimo film scritto dall’amico, insieme al fratello Enrico

Di Alessandro Ferrucci e Fabrizio Corallo
9 Dicembre 2018

L’ironia, il disincanto, il cinismo reale o presunto, il marcato laicismo (“l’ho tenuto d’occhio e papà è morto come ha vissuto: da ateo”); il piacere, senza dimostrarlo, di rappresentare una parte importante del cinema e della cultura, il sottile sapore di potersene fregare dell’ufficialità; quasi tutto questo Marco Risi lo racchiude in una battuta di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.