È tanto difficile quanto noioso commentare i cosiddetti “epurati” 5 Stelle: è un tema che non sposta mezzo voto e interessa solo la stampa. Nella precedente legislatura, questi presunti “martiri” si son rivelati quasi tutti stampelle di Renzi, avendo unicamente in dono – prima del giusto oblio – il plauso fugace dei Mannoni & Lavia. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Cacciarli è contro la Carta (e spegne la “stella” Ambiente)

prev
Articolo Successivo

“Toninulla”, il demone del ministro lavora 18 ore per fare gaffe

next