L’istantanea è di Nino Milazzo, che fu vicedirettore del Corriere della Sera, poi richiamato da Mario Ciancio a co-dirigere La Sicilia negli anni 2000: Milazzo rivoluzionò il giornale iniziando da Messina, dove l’informazione è tradizionalmente paludata, ma l’iniziativa non piacque al corrispondente dello Stretto, uno dei “fedelissimi” di Ciancio: “Una sera si presenta l’editore assieme […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Ciancio, giornali fatti con i boss”

prev
Articolo Successivo

Ue, l’ammissione di impotenza

next