/ di

Giuseppe Lo Bianco Giuseppe Lo Bianco

Giuseppe Lo Bianco

Cronista giudiziario

Sono cronista di giudiziaria da 27 anni e ho scritto alcuni saggi sul rapporto tra mafia e politica, tra cui ”L’Agenda Rossa di Borsellino” (2007), ”Profondo nero” (2008), e ”L’Agenda nera della Seconda Repubblica” (2010), tutti pubblicati da Chiarelettere. Ho lavorato al ”Diario”, al Giornale di Sicilia, e al giornale ”L’Ora” di Palermo, a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta. Dopo la chiusura de ”L’Ora”, sono stato assunto all’ANSA di Palermo dove ho lavorato come capo servizio aggiunto fino a dicembre del 2009. Ho collaborato inoltre con L’Espresso e con Micromega. Oggi scrivo per il Fatto Quotidiano.

Articoli In Edicola di Giuseppe Lo Bianco

Economia - 31 Gennaio 2019

Assegno&trucchi. Tutti i guai dell’impiegato Caf di Palermo

La Cgil ha aperto un procedimento disciplinare e il Pd è in attesa di una sua autosospensione. “Ma se non arriva – dice il segretario palermitano Carmelo Miceli – saremo noi a sospenderlo in via cautelativa”. Per Sandro Russo, consigliere comunale del Pd a Monreale, l’impiegato del Caf sorpreso dalle telecamere di Massimo Giletti a […]
Politica - 29 Gennaio 2019

“Droga e stupro: la mafia nigeriana al Cara di Mineo”

“Voglio essere Norseman’’, dicevano tra urla e canti i neo affiliati, al posto della spina di arancio amaro c’era un rasoio o pezzi di ossi di animale, e il sangue del dito punto invece di cadere su un’immagine santa veniva bevuto dal neo affiliato, secondo il principio del blood for blood, “sangue chiama sangue”: erano […]
Cronaca - 23 Gennaio 2019

Greco e Lo Piccolo, colpo alla nuova cupola dei rampolli

Per ricostituire la cupola mafiosa si rifacevano alle vecchie regole “custodite a Corleone”, prevedevano “sei, sette o otto” summit l’anno organizzati da ciascun mandamento e si erano riuniti in una “vecchia casa con mobili vecchi, al primo piano di una palazzina tra le campagne di Baida o di Altarello”, alla periferia meridionale di Palermo: qui […]
Cronaca - 17 Gennaio 2019

“Uccisi per un ricatto sessuale”. Ma nell’inchiesta sui Maiorana compare anche Messina Denaro

Un ‘’importante boss trapanese’’, probabilmente il superlatitante Matteo Messina Denaro e l’imprenditore Antonio Maiorana, vittima con il figlio della lupara bianca dodici anni fa, avrebbero condiviso l’amore della stessa donna, l’argentina Karina Andrè, testimone reticente secondo la Procura di Palermo nell’inchiesta chiusa ieri con una richiesta di archiviazione che ha attribuito la scomparsa dei due […]
Cronaca - 16 Gennaio 2019

“Mia figlia è stata uccisa dai guardacoste di Atene”

Non era ancora l’alba nel mar Egeo, quando un gommone carico di migranti e diretto verso le isole greche ha cominciato a imbarcare acqua al largo della costa sud-occidentale della Turchia. A bordo 47 persone tratte in salvo dalla guardia costiera di Ankara. tutte tranne una bimba di 4 anni. Ma la morte della piccola […]
Politica - 10 Gennaio 2019

Scafista fermato per apologia del jihad “Ha fatto scappare terroristi in Italia”

Su quei gommoni spinti da due motori da 110 cavalli nel Canale di Sicilia tra la Tunisia e le coste di Mazara e Marsala viaggiavano clandestini e casse di sigarette e, probabilmente, anche potenziali terroristi. Per questo l’organizzazione formata da 18 tra siciliani e tunisini, smantellata ieri dal Ros dei carabinieri costituiva “un’attuale e concreta […]
Politica - 5 Gennaio 2019

Impiegati nel panico all’anagrafe di Palermo. “In ufficio c’è la Digos”, ma è una fake news

“La Digos è arrivata in ufficio”, denunciano gli impiegati dell’anagrafe di Palermo, che all’Ansa raccontano nei dettagli le domande degli uomini in divisa: “Hanno chiesto cosa accade quando vogliamo regolarizzare la posizione di un richiedente asilo e quali sono le procedure che stiamo seguendo”. Ma la smentita della Questura arriva dopo qualche ora, a stretto […]
Cronaca - 13 Dicembre 2018

Sgominata la mafia dei cavalli. Anche l’Ippodromo non è più quello di una volta

Pizzo per la mafia, legnate per i driver incorruttibili, mazzette (da 500 a 2.000 euro) a quelli più malleabili: l’ippodromo della Favorita di Palermo era chiuso da un anno per i “condizionamenti mafiosi” e ieri è arrivata la conferma giudiziaria. Con un blitz che ha portato in carcere 8 tra driver, proprietari di cavalli e […]
Cronaca - 11 Dicembre 2018

“Il vecchio boss arrestato vive fuori dal mondo”

I boss della nuova Cupola? “Reduci nostalgici di un passato che non esiste più”. La famiglia Mineo? “Tutti ammazzati per una calunnia, avevano rapporti con Pietro Marchese e Giovannello e Pino Greco”. Il patriarca Settimo, definito l’erede di Totò Riina? “Lo conosco dall’inizio degli anni 70, mi ha sorpreso sapere che cerca di riorganizzare la […]
Cronaca - 5 Dicembre 2018

Preso “zu” Settimo. È già finita la prima Cupola post-Riina

Ottanta anni, il curriculum criminale di un travet di Cosa Nostra, fin dal maxiprocesso di Falcone (condannato a 5 anni) e a una nuova condanna 11 anni nel 2001: per magistrati e investigatori è il gioielliere Settimo Mineo, negozio nei pressi della stazione centrale, indicato con una certa enfasi dalla politica come “l’erede di Totò […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×