Le nuove e più larghe norme italiane sulla detenzione di armi, in ossequio a un impegno elettorale leghista con la lobby delle armi, in combinato disposto con il tentativo di stravolgere la legittima difesa prevista dal nostro codice penale, rischiano di introdurre un altro pericoloso elemento di deterioramento sociale del nostro Paese. Fortunatamente ancora lontani […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Un Quirinale che non c’è”, ma io elogio il presidente mite

prev
Articolo Successivo

Noi ragazze innamorate di Luis Miguel

next