La tangentona c’è: quasi 200 milioni di dollari. I dirigenti di Saipem l’hanno pagata. Ma Eni, che controllava Saipem, secondo i giudici non ne sapeva niente: dunque assolto l’allora numero uno Paolo Scaroni. È questa la sentenza di primo grado che è arrivata ieri a Milano, al termine del processo per la corruzione internazionale petrolifera […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Consob: “Sole 24 Ore bilancio truccato per celare le perdite”

prev
Articolo Successivo

Ponte Morandi, le critiche di Autostrade a Spea: “Problemi nei controlli”. In un video le oscillazioni del viadotto

next