Adesso è ufficiale: la Commissione europea ha aperto una indagine formale sul “club dei cinque”, i costruttori tedeschi di auto per le quali è stata ipotizzata la violazione delle norme sulla concorrenza per oltre 20 anni. L’inchiesta riguarda Audi, Bmw, Daimler (che controlla Mercedes), Volkswagen (le cui sedi erano state perquisite lo scorso ottobre dalle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“L’assegno di ricollocazione deve essere riformato”

prev
Articolo Successivo

La Ferrari diventa più ecologica e scommette anche sul suv

next