Da domani, per la prima volta, l’ultranovantenne Istat sarà privo di rappresentante legale, compito che da sempre la legge affida al presidente dell’ente. Alla mezzanotte di oggi, infatti, Giorgio Alleva, approdato il 15 luglio 2014, non senza polemiche, al vertice dell’Istituto di statistica per volere del governo Renzi, decadrà sia dall’incarico di presidente sia di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Ponte Morandi, i tre padroni delle autostrade: al casello paghiamo i mega debiti e i dividendi

prev
Articolo Successivo

All’Europa versiamo 12 miliardi. Ma non usiamo i 9 che ci spettano

next